Naturopatia (ad indirizzo psicosomatico e vibrazionale) In linea generale, si potrebbe definire la Naturopatia come una un sistema che integra diverse scienze della salute (antiche e moderne), avente  come obbiettivo primario l'equilibrio psicofisico dell'individuo. La Naturopatia Vibrazionale e Psicosomatica, in particolare, si occupa di  sopperire agli squilibri energetici che sono all’origine delle alterazioni  psichiche e somatiche, proponendo un percorso individualizzato utile per  mantenere o ristabilire il benessere globale della persona. A tale scopo, lo stile di vita dell'individuo (costituito dall'alimentazione,  dall'attività fisica, dalla vita sociale e sentimentale e da altri fattori) deve  essere equilibrato e adatto al "terreno" (costituzione specifica) del  soggetto che lo persegue. Ad esempio una scarsa attività fisica o un’alimentazione non adatta alla  propria costituzione possono, alla lunga, minacciare lo stato di salute  ottimale. Allo stesso modo un lavoro che provochi condizioni emotive  stressanti e destabilizzanti può portare, presto o tardi, a qualche forma di  disarmonia  energetica e psicosomatica. Dal punto di vista naturopatico l’uomo viene concepito come un essere  che vive su più livelli: il livello fisico; il livello mentale ed emotivo e quello  energetico/spirituale. Per mantenere una buona condizione di salute è di fondamentale  importanza armonizzare e sviluppare ognuno di questi piani esistenziali,  dando loro un sufficiente spazio e un’adeguata collocazione. I presupposti fondanti della Naturopatia sono, oltre al già citato "terreno",  la concezione dell'uomo (inteso come unità di mente, corpo e spirito),  quella della vita (intesa come percorso di crescita e realizzazione di se  stessi), quello della malattia (intesa come campanello d'allarme per la  coscienza).   Altro concetto importante di questa disciplina è quello di omeostasi,  ovvero la capacità innata dell’organismo di auto-guarirsi e di ripristinare il  proprio equilibrio bioenergetico. Il naturopata si pone nei confronti del proprio assistito con pieno rispetto e  grande apertura: il suo lavoro è quindi, sintetizzando, quello di collaborare  con il soggetto al fine di elaborare strategie e soluzioni utili per superare  determinate difficoltà che limitano la condizione di benessere e, pertanto,  la qualità della vita stessa .   Tutto è energia: riconoscere questa verità ci dà la possibilità di  comprendere meglio noi stessi e coloro che ci stanno accanto. Nell’essere umano questa energia può manifestarsi mediante diversi  aspetti: emozioni, sentimenti, empatia... Per armonizzare queste forze, manifestazioni di un’unica fonte vitale,  occorrono rimedi che vibrino alla loro stessa frequenza energetica.   I principali strumenti naturopatici attraverso i quali è possibile intervenire  per promuovere benessere sono, in pratica, i rimedi naturali ricavati dal  mondo vegetale e minerale (fiori, aromi, oli essenziali, oligoelementi,  cristalli), le tecniche bioenergetiche e riflessologiche, l’alimentazione e  le pratiche psicocorporee.   Questa disciplina non intende e non può sostituire la medicina ufficiale: la Naturopatia, infatti, va considerata come una disciplina ed una scienza complementare.   Il significato odierno più accreditato della parola "Naturopatia" è "sentiero della natura" per favorire e mantenere lo stato di benessere generale. © 2010 - 2015 www.paterniti.it - www.artiperlavita.it Disclaimer